6 regole da non dimenticare mai

  1. DIVERSIFICA IL PIU’ POSSIBILE: non guardare solo la borsa italiana  e non comprare solo l’obbligazione della banca al 3%, perché è vero che paga tanto ma poi rischia di fallire
  2. SCEGLI UNA BANCA SOLIDA
  3. GESTISCI LE EMOZIONI: la paura e l’euforia sono due stati d’animo difficili da gestire pertanto è opportuno farsi aiutare
  4. PIANIFICA I BISOGNI, I RENDIMENTI ATTESI E LE SCADENZE: pensa a quando ti serviranno i soldi e rispetta le scadenze; se ti servono i soldi per comprare casa fra un anno, non è opportuno investire in comparti azionari; ma se i risparmi ti servono all’80% per la pensione o per progetti che si dovranno realizzare fra 10/15 anni, allora puoi pensare di investire una parte del tuo patrimonio in comparti più aggressivi come sono appunto quelli azionari.
  5. MEGLIO AVERE IN PORTAFOGLIO I MIGLIORI GESTORI
  6. NON IMPROVVISARE: fatti aiutare da un bravo consulente, che è distaccato emotivamente; cercalo onesto e sincero, capace di dirti come vanno le cose con dati, scritti o altro, che monitora costantemente i tuoi investimenti e che interviene con coraggio e consapevolezza se ci sono interventi o variazioni per la manutenzione del portafoglio, ma soprattutto del tuo personale obiettivo finale. Non cercare di fare il suo lavoro, altrimenti saresti un gestore, un consulente o un professionista del settore

……….. e infine ricordati che per avere rendimenti maggiori nel lungo periodo, bisogna accettare la volatilità

 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *